EC1EA417-0C8E-423A-B141-732BFEBA7565

Cucina & Vini - Rivista n. 137

Name Range Discount
Sconto riviste cartacee 2 - 2 15 %
Sconto riviste cartacee 3 - 3 25 %
Sconto riviste cartacee 4 - 6 35 %
Sconto riviste cartacee 7 - 8 40 %
Sconto riviste cartacee 9 - 16 45 %

8,50

CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

copertina-page-001(1)

In questo numero!

Una chef dal cognome americano ma di origine pugliese ha conquistato Roma: Cristina Bowerman col suo insolito locale trasteverino Glass Hostaria ha rotto gli schemi gastronomici della Capitale con una cucina innovativa libera da vincoli e costrizioni teoriche, frutto dell’estro e del rigore femminile, della tecnica e dell’istinto, della curiosità e dell’umiltà. Anche noi di “Cucina & Vini” abbiamo conquistato Roma lo scorso primo dicembre, quando Sparkle 2014 ha portato nella Capitale lemigliori bollicine del Paese per la gioia degli oltre cinquemila persone che le hanno potute apprezzare: non poteva mancare il reportage di un evento a cui i romani non rinunciano. Restando nelmondo dello spumante, proponiamo come ormai di consueto il nostro punto sulle esportazione che continuano a crescere, consolidando però un posizionamento troppo basso della spumantistica italiana nelmercato globale. Ancora vino e questomese focalizziamo su due piccole e interessantissime aziende che fanno della personalità la loro arma vincente. Nell’altoatesina valle Isarco Köfererhof propone i suoi freschissimi bianchi di gran carattere e piacevolezza, figli di un terroir incisivo e di unamano veramente felice nell’interpretarlo. Raccontiamo di un vino che è riuscito a sdoganare una piccolissima grande denominazione laziale, Cesanese del Piglio, dedicata a un grande rosso rimasto in letargo per troppo tempo, in grado finalmente di dimostrare il suo valore e la sua diversità: con la verticale del Torre del Piano di Casale della Ioria il Cesanese del Piglio entra nel giro dei grandi rossi italiani da uve autoctone, il cesanese di Affile, presenti quasi esclusivamente nell’area della Docg in Ciociaria.
Passando ai luoghi, suggeriamo per la prossima bella stagione un giro in Istria, la regione della Croazia più prossima all’Italia da tanti punti di vista: itinerario sulmare e all’interno, alla ricerca, per nulla faticosa, del buono e del bello in un luogo dove
ilmare nostro ha un pesomolto importante. E all’alimentazionemediterranea, un mondo veramentemultiforme, è stata dedicata la prima edizione del salone Ami Expo Sapori Mediterranei, a Roma a fine gennaio, evento che nasce con l’intento di far conoscere l’importanza della cultura enogastronomica delle nostre terre. Sempre a Roma siamo andati a curiosare in un convento nella zona sud della città, dove tra infusi e amari è stata sviluppata un’ottima birra artigianale dai monaci trappisti dell’Abbazia Tre Fontane; così Roma ha la sua birra d’abbazia e nasce in un’oasi di pace e laboriosità più che prossima al caos cittadino, insomma la visita è interessante. Tempo meteorologico permettendo, ci avviciniamo rapidamente al periodo dell’anno in cui solitamente ci si sposa. Andiamo a curiosare in unmondo interessante – che vive un buon momento a dispetto della crisi perché gli italiani continuano a sposarsi -, dando qualche suggerimento alle giovani emeno
giovani coppie promesse. Trovate ovviamente tutte le nostre rubriche di notizie e appuntamenti e tanti vini da “imparare” su carta e poi scoprire sul campo. C’è lo spazio per un ricordo personale che ci unisce: a fine 1998 nasceva il progetto
Cucina & Vini” che vedeva la luce ad aprile 1999. Insomma stiamo compiendo quindici anni e a dispetto del tempo conserviamo lo stesso amore e la stessa passione. I festeggiamenti ad aprile.
Buona lettura!

Desideri ricevere maggiori informazioni?