EC1EA417-0C8E-423A-B141-732BFEBA7565

Cucina & Vini - Rivista n.142

Name Range Discount
Sconto riviste cartacee 2 - 2 15 %
Sconto riviste cartacee 3 - 3 25 %
Sconto riviste cartacee 4 - 6 35 %
Sconto riviste cartacee 7 - 8 40 %
Sconto riviste cartacee 9 - 16 45 %

8,50

CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

 

SPESE DI SPEDIZIONE INCLUSE PER CONSEGNE IN ITALIA

SOMMARIO

La guida Sparkle 2015 è l’evento di presentazione, diventato un’occasione unica di assaggio delle migliori espressioni del Paese, sono protagonisti di questo numero e godono di una gran bella compagnia. Rappresentante eccellente dell’italianità in tavola è Paolo Lopriore, recentemente tornato a Como, sua città di origine, dopo esperienze molto importanti: il suo modo di interpretare la cucina faceva notizia in passato e anche adesso che ha rimesso in discussione se stesso accettando la sfida del territorio. Da Como si va in Salento per raccontare il suo vino più rappresentativo, il Negroamaro: tradizionale e modernissimo, oggi si presenta in tante forme, tutte interessanti. Torniamo a Nord per raccontarvi un personaggio istrionico del mondo del vino, quell’Edi Kante che per primo ha interpretato ad altissimo livello il territorio del Carso. Sempre in Nord Est, ma in Alto Adige, incontriamo il vino più tradizionale e più moderno di Bolzano, il Santa Maddalena. Tempo di viaggi, e il nostro suggerimento è subito al di là dei confini nazionali: in Svizzera dove ai paesaggi si uniscono tradizioni veramente golose. Non manca il mondo della birra, raccontiamo di una produzione italiana unica e diversa, quella del monte Amiata e delle sue difficoltà produttive; approfittiamo dell’argomento per sollevare l’importante tema delle accise che potrebbe portare dei significativi rallentamenti in un mondo che corre e cresce da anni e rischia di ingripparsi. Torniamo al food, alla pasticceria interpretata dal cilentano Pietro Macellaro che propone dolci tradizionali italiani realizzati con prodotti del Cilento, figli di un’agricoltura sostenibile che lui stesso gestisce. Per restare in tema di eccellenza, andiamo a Modena a conoscere l’Acetaia Giusti, un antico e sapiente interprete dell’oro bruno emiliano. Non mancano vini, notizie, suggerimenti, spunti e idee in un numero natalizio tutto da leggere con gli auguri di buone feste e di un sereno 2015 da parte della redazione tutta.

Desideri ricevere maggiori informazioni?