EC1EA417-0C8E-423A-B141-732BFEBA7565

Cucina & Vini - Rivista n.144

Name Range Discount
Sconto riviste cartacee 2 - 2 15 %
Sconto riviste cartacee 3 - 3 25 %
Sconto riviste cartacee 4 - 6 35 %
Sconto riviste cartacee 7 - 8 40 %
Sconto riviste cartacee 9 - 16 45 %

8,50

CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

SPESE DI SPEDIZIONE INCLUSE PER CONSEGNE IN ITALIA

SOMMARIO

Per ricordare si deve fare festa e noi abbiamo deciso di celebrare questi momenti proponendovi un viaggio attraverso tutte le regioni italiane, assaggiando quei vini che sono i soli ancora a racchiudere tradizioni ancestrali, veri vessilli di una tavolozza di territori che condividono la tradizione enoica: ai passiti d’Italia abbiamo dedicato un ampio servizio, ricco di storie e assaggi. Accanto a questo tema che unisce le tradizioni del Nord col Sud, dell’Est con l’Ovest del Paese, raccontiamo la storia del Provolone Valpadana, un meridionale che ha fatto fortuna al Nord conservando e alimentando le sue radici nel Sud: sembra un gioco di parole ma è in vero la sintesi di un formaggio amato da grandi e bambini che dobbiamo tutelare. Ancora vino sulle alture di “a muntagna” , come la chiamano i siciliani: focus sui rossi dell’Etna, un territorio estremamente sfaccettato che caratterizza fortemente i vini; si avverte ancora qualche tratto di rusticità, ma ci sono dei vini di livello altissimo ed eleganza sopraffina, insomma la frontiera Etna ha ancora molto da raccontare. Non ci siamo fatti scappare l’anteprima del Bardolino Chiaretto 2014, un rosato con una veste nuova che “crede” nel suo futuro e che ogni anno trova spazio su Cucina & Vini insieme all’annuncio alla nostra manifestazione estiva Bererosa. Nell’ambito delle eccellenze agroalimentari italiane a buon diritto c’è la birra: celebriamo il ritorno di Wührer, famiglia bresciana con radici austriache che ha fatto la storia della birra in Italia dal 1829, e del suo marchio di birra artigianale WCesar creato da Federico Wührer. La gastronomia di questo numero è nelle mani di un giovane e talentuoso cuoco, Christian Milone della Trattoria Zappatori di Pinerolo, che crede molto nella tecnica in cucina ma la considera priva di significato se non è legata alle radici del territorio, se non racconta il caleidoscopio dei sapori delle proprie origini: è l’invito a un viaggio affascinante e molto coinvolgente. Ha uno spazio importante l’estero nelle pagine che seguono: un itinerario in Norvegia nella città di Bergene i suoi dintorni a scoprire sapori diversi e tradizioni antiche, ma anche paesaggi che stupiscono. E sorprendente è anche la valle del Rodano meridionale, in Francia, con la sua denominazione Châteauneuf-du-Pape, fatta di rossi molto strutturati e importanti che lasciano ricordi indelebili nella memoria. E poi notizie, idee e vini di un numero che ogni anno ci ricorda gli inizi, rigenerando la nostra passione. Buona lettura

Desideri ricevere maggiori informazioni?